ASSEGNAZIONE AMBITI – ERRORI NELL’ALGORITMO – I PRIMI DECRETI DEL MIUR IN ESECUZIONE ALLE ORDINANZE DEI GIUDICI

Download (PDF, 223KB)

Download (PDF, 710KB)

E’ datato 3.11.16 il primo, in ordine cronologico, dei decreti emessi dall’USP di Brindisi in esecuzione alle ordinanze dei giudici del lavoro.
Nel caso di specie, a soli 2 mesi di distanza dal deposito del ricorso cautelare d’urgenza (depositato in cancelleria in data 1.9.16), è stata data parziale esecuzione all’ordinanza del Trib. di Brindisi – sez. lav n. 19068 del 12/10/16 che così dispone: “ In accoglimento del ricorso, sospende l’efficacia del provvedimento di assegnazione della ricorrente presso l’ambito territoriale Emilia Romagna 0022 e per l’effetto ordina all’amministrazione resistente di rivalutare l’assegnazione della sede del lavoro della ricorrente tenendo conto del punteggio vantato (sia su posto comune che su posto di lingua inglese) negli ambiti territoriali indicati in relazione alla regione Puglia, secondo l’ordine di preferenza ed il criterio di vicinorietà”.
L’Ins. XXXXX, docente di scuola primaria era entrata in ruolo nel 2015, nella fase C del piano di assunzioni per l’a.s. 2015/2016; coniugata e madre di un figlio, a seguito della domanda di mobilità era stata illegittimamente assegnata in una delle sedi della EMILIA ROMAGNA e lì obbligata a trasferirsi ENTRO IL 1 SETTEMBRE 2016 dalla sua residenza in provincia di Brindisi.
In Tribunale l’insegnante ha dimostrato che docenti con minor punteggio del suo erano stati assegnati, a parità di condizioni e a parità di sedi richieste, ma con punteggio inferiore, in sedi vicine, mentre la stessa, pur avendo punteggio maggiore, era stata assegnata a oltre 500km dalla sua residenza.
Orbene, dai prossimi giorni l’ins. presterà servizio nell’ambito che le spettava, difatti il decreto dell’Usp Br ha così disposto: “ A parziale esecuzione del provvedimento del Tribunale di Brindisi di cui nelle premesse ed in attesa di una definitiva rivalutazione delle operazioni di mobilità che la riguardano, con effetto dalla data di notifica, è provvisoriamente sospeso il trasferimento disposto presso l’ambito 22 di Rimini, a decorrere dall’a.s. 2016/2017, nei confronti della docente di scuola primaria .
La docente, pertanto, per l’anno scolastico in corso, è provvisoriamente assegnata, a disposizione, al circolo didattico XXXXX, dove presterà servizio in attesa del provvedimento da adottare all’esito della pronuncia definitiva.”

Lo studio scrivente sta procedendo con i ricorsi cautelari per coloro che non hanno avuto asegnazione provvisoria e sta predisponendo ricorsi ordinari per coloro che, invece, hanno ottenuto provvisoriamente una sede vicina per l’anno scolastico in corso ma che saranno obbligati per i prossimi due anni a trasferirsi nelle sedi definitive.