Facebook

Search
 

News

Segui tutte le nostre news

PERSONALE EDUCATIVO, categoria dimenticata e “maltrattata”! Aperte le adesioni per chiedere il risarcimento danni al Miur (che può ammontare finanche a 12 mensilità).

È noto che questo personale, appartenente a tutti gli effetti al ruolo dei docenti, vive da oltre 15 anni una situazione di gravissima precarizzazione; gli educatori, infatti, pur essendo inseriti nelle graduatorie ad esaurimento sin dal 2002, cioè da quando hanno conseguito l’abilitazione con concorso bandito dal Miur, sono stati esclusi sia dal piano straordinario di assunzioni previsto dalla legge n. 107 del 2015, sia dai concorsi che in questi anni sono stati riservati al solo al personale docente. A ciò aggiungasi il blocco degli organici, ciò significa che possono anche triplicare il numero degli alunni, ma il numero dei lavoratori...

Continue reading

MOBILITA’ 2018-19 – Superamento vincolo sostegno: si conteggiano anche gli anni del pre ruolo!

Sulla scia delle numerose vittorie ottenute dallo studio scrivente in occasione della mobilità 2017/18, anche quest'anno i docenti che hanno voluto partecipare alla domanda di mobilità 2018/19  per il trasferimento su posto comune, possono farlo senza irragionevoli e illegittime discriminazioni. Difatti, ai fini dell'ammissibilità della domanda e ai fini del superamento del vincolo quinquennale devono essere valutati anche gli anni di sostegno svolti nel pre ruolo. E' quanto dispone il Tribunale di Trani nell'ordinanza del 7.5.18, secondo cui è palesemente illegittima la norma che prevede la possibilità di chiedere il trasferimento al ruolo solo dopo 5 anni di appartenenza al ruolo dei docenti...

Continue reading

Assegnazione docenti non di ruolo su sostegno, ma senza titoli?

I docenti che non hanno ottenuto assegnazione provvisoria, anche se privi del titolo per il sostegno, possono fare ricorso per avere una sede provvisoria su posto di sostegno! È noto che l’ufficio scolastico competente  utilizza per la copertura di posti sul sostegno vacante docenti privi di specializzazione, attingendo dalle gae. In realtà, in carenza di titoli di specializzazione, il Miur deve assegnare prioritariamente i posti disponibili ai docenti di ruolo inseriti nella graduatoria delle assegnazioni provvisorie e, solo in esito a tali assegnazioni, procedere all’utilizzo delle graduatorie ad esaurimento. [gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2018/03/ordinanza-Trib-Piacenza-2-marzo-1.pdf"] E' del 6 marzo 2018 l'ultima ordinanza (trib di Piacenza - sez lav)...

Continue reading

ASSEGNAZIONI ILLEGITTIME – ERRORE ALGORITMO – Sent. del Trib. del lavoro di Forlì del 20.1.18

Un altro colpo inflitto alla cd "Buona scuola", l'ennesimo!!! La ricorrente, coniugata e madre di un minore di 6 anni, è una docente di scuola primaria assunta a tempo indeterminato con la l. 107/15. Residente in Lucera (FG), veniva  assegnata ingiustamente per l'as 2016/17 ​ in una sede lontana per errore del cd. algoritmo. Per l’anno scolastico 2016/17 la ricorrente, per tutelarsi dal danno derivante dalla illegittima condotta avversa, usufruiva di un periodo di aspettativa non retribuita, fino al 31.08.17. Nel mentre proponeva ricorso al Tribunale di Forlì. Per l’ anno scolastico 2017/18, la ricorrente non otteneva assegnazione provvisoria nella provincia di residenza e, pertanto, prendeva servizio in data...

Continue reading

Trib. Bari, sez. lav del 17.1.18. Abuso contratto a termine: anche se stabilizzato con la L. 107/15, il docente/ata va risarcito per l’abuso verificatosi negli anni di precariato precedenti l’immissione in ruolo

In tema di abuso del contratto a termine nella scuola ci sono giudici del lavoro del Tribunale di Bari che applicano il diritto, senza lasciarsi condizionare da sentenze filogovernative: " (...

Continue reading

Riconoscimento cittadinanza ai discendenti di cittadini italiani emigrati all’estero.

Lo studio fornisce consulenza, assistenza e difesa in materia di riconoscimento della cittadinanza italiana ai discendenti di cittadini italiani in linea maschile e femminile, a suo tempo emigrati all'estero. Tantissimi sono, infatti, i cittadini italiani che ad es. dal Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia o Veneto sono emigrati in Brasile, Argentina, Venezuela, Canada, ecc, per "trovare lavoro". Molti dei loro discendenti, per lo più nipoti o addirittura pro-nipoti, stanno rientrando in Italia trovando difficoltà nel farsi riconoscere la cittadinanza italiana, pur avendone diritto! Le maggiori problematiche si incontrano per i discendenti di donna cittadina italiana emigrata (o di figlia di cittadina...

Continue reading

Venezia – Bari, volo di solo andata per una docente altamurana: il Trib. di Venezia ordina al Miur di assegnarla all’ambito illegittimamente negatole.

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2017/12/Trib-Ve-n.782_17.pdf"] Un regalo di Natale tanto atteso per una docente di scuola primaria Altamura (Bari), moglie e  madre di un bambino, illegittimamente trasferita dalla sua città di residenza, dove da anni lavorava, a Venezia per un "algoritmo" introdotto dalla Legge sulla buona scuola che, ad oggi, ha creato solo disagi. Diversamente dagli altri precedenti giurisprudenziali favorevoli ai docenti lesi, la ricorrente altamurana è stata doppiamente lesa, visto che IL PRIMO AMBITO RICHIESTO DALLA STESSA, E NEGATO DALLA P.A., OVVERO L’AMBITO TERRITORIALE PUGLIA 0004, È QUELLO INDICATO COME PRIMA PREFERENZA NELLA DOMANDA DI MOBILITÀ. Ciò nonostante, in occasione della mobilità 2015/16, è stata scavalcata da altre 2 docenti...

Continue reading

Assegnazioni illegittime – decreto del Trib di Forlì n. 2380 dell’11.12.2017

E' trascorso esattamente un anno dal deposito del ricorso cautelare d'urgenza con cui l'insegnante, moglie e madre di 2 figli, veniva assegnata illegittimamente ad una sede di servizio distante oltre km 450 dalla propria abitazione, ovvero da Castelluccio Dei Sauri (FG), sua città di residenza, a Cesenatico (FC), dove è stata costretta improvvisamente  a trasferirsi in un appartamento preso in fitto con altre colleghe, lontana dai suoi affetti. Il ricorso veniva respinto poichè - a parere del Tribunale del lavoro di Forlì - non sussisteva alcun pregiudizio a danno della ricorrente. Di tutt'altro avviso lo stesso Tribunale, ma in fase di reclamo...

Continue reading

Piovono risarcimenti su Ata e docenti con più di 36 mesi di precariato!!

Un ottobre caldo per il Miur, costretto ancora una volta ad eseguire le sentenze del Tribunale di Bari che riconoscono risarcimenti ai docenti e ata con più di 36 mesi di lavoro precario presso la stessa scuola e per lo svolgimento delle stesse mansioni!!! Il Giudice del lavoro ha applicato i principi dettati dalla Cassazione a novembre 2016 sent 23866, per cui  l’abusiva successione dei contratti a termine può configurarsi anche in proposito qualora “vi sia stato un uso improprio o distorto del potere di organizzazione del servizio scolastico”. Questa circostanza, sempre ad avviso della Suprema Corte, costituisce oggetto di onere...

Continue reading

Regione Puglia – Personale docente ed educativo precario – Progetto “Diritti a Scuola” as. 2015/16: il punteggio va riconosciuto!

Nonostante le dichiarazioni rassicuranti rese con il comunicato stampa del 6 sett. us dall’assessore all’istruzione della Regione Puglia, il MIUR ad oggi non ha ancora riconosciuto ai docenti precari  iscritti nelle Graduatorie di istituto il punteggio corrispondente al servizio prestato nell’a.s. 2015-2016 nell’ambito del progetto "Diritti a Scuola". O meglio, a seguito delle prime pronunce dei  Giudici pugliesi (v. Tribunale di Brindisi e Tribunale di Bari) che hanno ordinato all’Amministrazione di riconoscere tale punteggio, l’USP di BARI, con la recente nota del 3.10.2017, ha precisato che l'Ufficio riconoscerà il punteggio spettante per il servizio prestato per “Diritti a Scuola” nell’a.s. 2015/16 nelle...

Continue reading