Facebook

Search
 

News

Segui tutte le nostre news
Studio Legale Berloco > News (Page 4)

Assegnazione ambiti – Anche i giudici di Brindisi danno ragione ai docenti che ricorrono contro l’algoritmo del Miur.

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/10/sent-trib-br.pdf"] [gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/10/sent-2-trib-br.pdf"] Dopo richieste di accessi agli atti rimaste inevase, dopo code davanti agli usp e dopo infruttuosi tentativi di conciliazioni, i docenti vittime dell'illogica ed illegittima condotta dell’Amministrazione scolastica non possono far altro che ricorrere ai giudici del lavoro per ottenere giustizia. E i giudici non deludono le loro aspettative, perchè gli errori del Miur sono macroscopici, in lapalissiana violazione dei principi di imparzialità, correttezza, buona fede e buon andamento della PA. A seguito di ricorsi cautelari d'urgenza, anche il Trib di Brindisi, sez lavoro, con orientamento unanime, così dispone: "Accoglie il ricorso e, per l'effetto, sospende l' efficacia del provvedimento di...

Continue reading

Ata – abuso contratto a termine nella scuola – vanno risarciti senza provare il danno.

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/10/sent.-4522-Ata-abuso-contratto.pdf"] Dopo i vari ping pong tra Corte Europea, Corte di Cassazione e Corte Costituzionale, quanto meno per gli assistenti tecnici ammiministrativi del comparto scuola (cd Ata) che hanno sottoscritto più di 3 incarichi annuali qualcosa di certo c'è: il risarimento danni! Il Trib di Bari, con la sentenza n. 4522 del 4.10.16 ha preso atto che "per il personale ATA non opera la “cancellazione” dell’abuso da parte della legislazione sopravvenuta (ossia la legge n. 107 del 2015), posto che per esso non è previsto alcun piano di assunzioni. Residua pertanto in favore di detto personale il diritto a conseguire il...

Continue reading

SCADENZA TERMINI PER POTER INVIARE DIFFIDA AI FINI DEL RICORSO CONTRO L’ ASSEGNAZIONE ILLEGITTIMA DELLA SEDE

I docenti che intendono fare ricorso contro l' illegittima assegnazione della sede devono inoltrare diffida scritta al miur entro termini decadenziali: - Infanzia entro il 23 settembre; - primaria entro il 26 settembre; - medie entro il 1 ottobre; - superiori entro l'11 ottobre. Il fac simile della diffida è richiedibile alla mail avv.berloco.grazia@gmail.com...

Continue reading

I giudici contro l’esodo degli insegnanti: ordinanza del Tribunale di Trani che condanna il Miur e restituisce serenità a migliaia di famiglie.

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/09/ordinanza-cautelare-n.-28744.pdf"] Assegnazioni sedi - Tribunale di Trani, sez. lav - Ordinanza cautelare n. 28744 del 16.09.16: illegittima l’assegnazione, il Miur condannato ad assegnare una docente di scuola primaria nell’organico di una delle sedi disponibili nell’ambito di prima preferenza. Ad agosto lo studio legale Berloco - Giannuzzi Cardone ha depositato i primi ricorsi cautelari al giudice del lavoro per denunciare l'illogica ed illegittima condotta dell’Amministrazione scolastica che ha comportato numerose, assurde situazioni, così, docenti con maggior punteggio, sono stati assegnati in sedi distanti, ed altri - a parità di condizioni e a parità di sedi richieste ma con punteggio inferiore sono stati assegnati in...

Continue reading

Mobilitá: il Tar Lazio riconosce le ragioni dei docenti

L'ordinanza ministeriale 241/2016 che disciplina la mobilità del personale docente per l'anno scolastico 2016/17 non solo è poco trasparente, ma contraria alla costituzione, ed ha portato ai grossolani errori che ora chiediamo ai giudici del lavoro di correggere! Oltre alla nostra convinzione, in linea di fatto e di diritto avvalora la nostra tesi un recentissimo ed importante precedente, l'ordinanza N. 04720/2016 REG.PROV.CAU. (N. 06780/2016 REG.RIC.) del Tar per il Lazio dell'8 agosto,che ha accolto l'istanza cautelare di alcuni docenti sospendendo per gli stessi l'efficacia della mobilità. I docenti ricorrenti il 1°settembre non prenderanno servizio nella sede assegnata dal Miur. Lo scrivente...

Continue reading

Mobilità Scuola. Assegnazione della sede illegittima: depositati i primi ricorsi cautelari d’urgenza al giudice del lavoro.

Pochi giorni fa tantissimi docenti della cd fase C hanno ricevuto la comunicazione dell'assegnazione della sede definitiva in ambito nazionale. La mobilità nazionale sta costringendo moltissimi degli assunti con la Buona scuola a trasferirsi a centinaia di chilometri di distanza. Delusione e malcontento dei docenti che lamentano - a ragion veduta- errori grossolani del miur che hanno causato l'assegnazione di ambiti territoriali anche molto distanti dalla propria residenza, e quindi dai propri affetti. Chiunque fosse interessato ad aderire alla nostra nuova azione legale può contattare lo studio scrivente al 3936393177 o a mezzo mail a avv.berloco.grazia@gmail.com. Nel mentre consigliamo...

Continue reading

Divieto di supplenze oltre i 36 mesi del comma 131 della legge 107. Precari scuola: i nuovi esodati? Il Governo ha già stanziato fondi per risarcire i precari che si apprestano a fare ricorso e/o hanno giudizi in corso che saranno definiti con sentenze favorevoli.

Con la riforma del sistema nazionale di istruzione il Governo ha preso atto, o meglio ha ammesso, che la normativa settoriale era contraria alla clausola 5 della direttiva 1999/70/CE e ha proposto il limite temporale di 36 mesi ai contratti a tempo determinato. Il comma 131 della legge 107/2015 (cd buona scuola) stabilisce, infatti, che a decorrere dal 1 settembre 2016 i contratti di lavoro a tempo determinato non possono superare la durata complessiva di trentasei mesi, anche non continuativi. Nel mirino ci sono quei due terzi degli attuali precari abilitati di II fascia d'istituto che non verranno stabilizzati col concorso e...

Continue reading

PASSAGGIO DA POSTO DI SOSTEGNO A POSTO COMUNE. RICORSO CONTRO IL VINCOLO QUINQUENNALE.

PASSAGGIO DA POSTO DI SOSTEGNO A POSTO COMUNE. Ricorso contro il vincolo quinquennale. Il servizio svolto come precario su sostegno deve essere considerato ai fini del requisito di servizio (vincolo quinquennale) necessario per il passaggio all’ insegnamento su posto comune! Chi ha prestato servizio per almeno cinque anni (anche da precario) su sostegno deve poter partecipare alle procedure di mobilità, nei termini indicati dal Ministero (ovvero dall' 11 al 23 aprile per la fase A della mobilità, per i trasferimenti all’ interno delle singole province, e dal 9 al 30 maggio 2016 per le altre fasi). E’ illegittimo, in quanto contrasta con il divieto...

Continue reading

Tribunale di Rovigo: non sono giustificate da “ragioni oggettive” le successioni di contratti a termine oltre i 36 mesi

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/03/sent.-Trib.-Rovigo-101-del-2016.pdf"] Con la sentenza n. 101/16 anche il Giudice del lavoro di Rovigo, conformandosi alla recente giurisprudenza, ha confermato che " non sussistano “ragioni oggettive” giustificanti la successione di contratti a termine nel comparto scuola nel momento in cui venga superato un limite congruo, il quale va identificato in quello di trentasei mesi, imposto dall’art. 5, co. 4 bis del d.lgs. n. 368/2001, applicabile anche ai rapporti di lavoro con la pubblica amministrazione, ed in particolare anche al comparto scuola (come peraltro sostenuta nel procedimento C-3/10, Affatato, dal Governo italiano nelle sue osservazioni scritte)...

Continue reading

Tribunale di Torino, sentenza passata in giudicato n. 819/15. Risarcite con complessive 24 mensilità lorde tre insegnanti precarie della scuola

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/03/sent.-Trib.-Torino-819-del-2015.pdf"] Qualche settimana fa l'Usp di Torino, per mezzo della Ragioneria Territoriale dello Stato di Torino, in esecuzione alla sentenza n. 819/15, che nel mentre diventava definitiva, ha di fatto risarcito a mezzo bonifico tre insegnanti precarie con incarichi al 30 giugno che avevano svolto più di 36 mesi di servizio. Il risarcimento conseguente alla illegittima stipulazione dei contratti di lavoro a tempo determinato è stato quantificato secondo il criterio dettato dall'art. 32 della L. 183/2010, criterio tra l'altro confermato dalla recente sentenza della Cassazione a Sezioni Unite n. 5072 del 15.3.16. ...

Continue reading