Facebook

Search

Stabilizzazione precari scuola

Studio Legale Berloco > Campagne  > Stabilizzazione precari scuola

Piovono risarcimenti su Ata e docenti con più di 36 mesi di precariato!!

Un ottobre caldo per il Miur, costretto ancora una volta ad eseguire le sentenze del Tribunale di Bari che riconoscono risarcimenti ai docenti e ata con più di 36 mesi di lavoro precario presso la stessa scuola e per lo svolgimento delle stesse mansioni!!! Il Giudice del lavoro ha applicato i principi dettati dalla Cassazione a novembre 2016 sent 23866, per cui  l’abusiva successione dei contratti a termine può configurarsi anche in proposito qualora “vi sia stato un uso improprio o distorto del potere di organizzazione del servizio scolastico”. Questa circostanza, sempre ad avviso della Suprema Corte, costituisce oggetto di onere...

Continue reading

Risarcimento danni ad un docente precario da molti anni – Il Tribunale di Trento riconosce illecita la condotta della Provincia Autonoma di Trento – sent. del 4.10.17

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2017/10/Trib-Trento.pdf"] Dopo i vari ping pong tra Corte Europea, Corte di Cassazione e Corte Costituzionale, il Tribunale di Trento  con sentenza n. 184 pubblicata il 4 ottobre 2017 riconosce ad un docente  che ha sottoscritto più di 3 incarichi annuali  l'abuso del contratto e condanna parte convenuta al risarcimento danni! Il Tribunale fa proprie le argomentazioni della Corte di Cassazione che con sent n.22555/16  precisa che “il susseguirsi delle assegnazioni presso lo stesso istituto e con riguardo alla stessa cattedra è prova dell’uso distorto del contratto a termine”, ed ha condannato la Provincia autonoma di Trento  al risarcimento danno quantificandolo secondo...

Continue reading

Ata – abuso contratto a termine nella scuola – vanno risarciti senza provare il danno.

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2017/01/sent.-4522-Ata-Bari-abuso-contratto.pdf"][gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2017/01/sentenza-297-Ata-Bari-.pdf"] Dopo i vari ping pong tra Corte Europea, Corte di Cassazione e Corte Costituzionale, quanto meno per gli ausiliari tecnici amministrativi del comparto scuola (cd. ATA) che hanno sottoscritto più di 3 incarichi annuali qualcosa di certo c'è: il risarcimento danni! Il Trib. di Bari - sez lavoro, con sentenza n. 4522  del 04.10.16 ha preso atto che "per il personale ATA non opera la "cancellazione"dell'abuso da parte della legislazione sopravvenuta (ossia la legge n. 107 del 2015), posto che per esso non è previsto alcun piano di assunzione. Residua pertanto in favore di detto personale il diritto a...

Continue reading

Divieto di supplenze oltre i 36 mesi del comma 131 della legge 107. Precari scuola: i nuovi esodati? Il Governo ha già stanziato fondi per risarcire i precari che si apprestano a fare ricorso e/o hanno giudizi in corso che saranno definiti con sentenze favorevoli.

Con la riforma del sistema nazionale di istruzione il Governo ha preso atto, o meglio ha ammesso, che la normativa settoriale era contraria alla clausola 5 della direttiva 1999/70/CE e ha proposto il limite temporale di 36 mesi ai contratti a tempo determinato. Il comma 131 della legge 107/2015 (cd buona scuola) stabilisce, infatti, che a decorrere dal 1 settembre 2016 i contratti di lavoro a tempo determinato non possono superare la durata complessiva di trentasei mesi, anche non continuativi. Nel mirino ci sono quei due terzi degli attuali precari abilitati di II fascia d'istituto che non verranno stabilizzati col concorso e...

Continue reading

Tribunale di Rovigo: non sono giustificate da “ragioni oggettive” le successioni di contratti a termine oltre i 36 mesi

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/03/sent.-Trib.-Rovigo-101-del-2016.pdf"] Con la sentenza n. 101/16 anche il Giudice del lavoro di Rovigo, conformandosi alla recente giurisprudenza, ha confermato che " non sussistano “ragioni oggettive” giustificanti la successione di contratti a termine nel comparto scuola nel momento in cui venga superato un limite congruo, il quale va identificato in quello di trentasei mesi, imposto dall’art. 5, co. 4 bis del d.lgs. n. 368/2001, applicabile anche ai rapporti di lavoro con la pubblica amministrazione, ed in particolare anche al comparto scuola (come peraltro sostenuta nel procedimento C-3/10, Affatato, dal Governo italiano nelle sue osservazioni scritte)...

Continue reading

Tribunale di Torino, sentenza passata in giudicato n. 819/15. Risarcite con complessive 24 mensilità lorde tre insegnanti precarie della scuola

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/03/sent.-Trib.-Torino-819-del-2015.pdf"] Qualche settimana fa l'Usp di Torino, per mezzo della Ragioneria Territoriale dello Stato di Torino, in esecuzione alla sentenza n. 819/15, che nel mentre diventava definitiva, ha di fatto risarcito a mezzo bonifico tre insegnanti precarie con incarichi al 30 giugno che avevano svolto più di 36 mesi di servizio. Il risarcimento conseguente alla illegittima stipulazione dei contratti di lavoro a tempo determinato è stato quantificato secondo il criterio dettato dall'art. 32 della L. 183/2010, criterio tra l'altro confermato dalla recente sentenza della Cassazione a Sezioni Unite n. 5072 del 15.3.16. ...

Continue reading

Tribunale di Pavia: l’illegittima reiterazione dei contratti a termine va sanzionata

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2015/10/Trib.-Pavia-n.-307-15.pdf"] Con la sentenza n. 307 resa in data 15/10/15, il Gdl d.ssa Ferrari del Tribunale di Pavia innanzittutto affronta il tema della "decandenza" circa la presunta tardività del ricorso ex art. 32 l. 183/10, rilevando - attraverso un excursus normativo - come essa non operi visto che ciò che assume rilevanza ai fini della conversione del rapporto non è la illegittimità del termine apposto al contratto di lavoro (che, considerata la limitazione dell’art. 36 del d.lgs. 165/01, consentirebbe al pubblico dipendente di ottenere solo un risarcimento del danno), ma il fatto che, pure in presenza di contratti legittimi ,...

Continue reading

RECENTISSIMA SENTENZA DEL TRIBUNALE DI CHIETI: 40 MESI DI STIPENDIO LORDO A 2 PRECARI CON OLTRE 36 MESI DI SERVIZIO A TEMPO DETERMINATO

Miur condannato al risarcimento del danno a favore di due docenti precari[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2015/09/sentenza-Chieti.docx"], quantificato in venti mensilità della retribuzione globale di fatto da ultimo percepita in esecuzione dell’ultimo contratto a termine. Anche il Tribunale del lavoro di Chieti si è pronunciato con la recentissima sentenza n. 342 del 9.9.15 dichiarando l’illegittimità della sequenza dei contratti a tempo determinato intercorsi tra i docenti precari ed il Miur. Il Giudice d.ssa Ciarcia ha, infatti, ritenuto fondate le "doglianze poste dalle parti ricorrenti a fondamento sia della domanda di conversione sia di quella di condanna al risarcimento del danno ex art. 36 del dlgs...

Continue reading

RICORSI STABILIZZAZIONE PRECARI: lo scenario dopo la sentenza della Corte di Giustizia Europea

Spetta al giudice nazionale valutare in che misura le disposizioni di diritto nazionale volte a sanzionare il ricorso abusivo, da parte della pubblica amministrazione, a una successione di contratti o rapporti di lavoro a tempo determinato siano conformi ai principi comunitari di cui alla clausola 5 dell’accordo quadro allegato alla direttiva 1999/70/CEE. Sciogliendo la riserva sulle questioni pregiudiziali sollevate in materia scolastica (e non solo!), con la nota sentenza “Mascolo” del 26 novembre 2014 la Corte Europea ha correttamente disposto che la totale assenza di limiti al rinnovo dei contratti a tempo determinato, pur se finalizzata a una futura quanto eventuale...

Continue reading

Corsa contro il tempo dei precari della scuola

[caption id="attachment_248" align="alignnone" width="300"] Corsa contro il tempo dei precari della scuola.[/caption] RICORSI PRECARI SCUOLA: DALLA CORTE EUROPEA IMPORTANTI SEGNALI. PARTE DA BARI LA SFIDA FINALE DELL’UGL IN FAVORE DEI PRECARI. Corsa contro il tempo dei lavoratori della scuola con 36 mesi di servizio a tempo determinato: prevista per Luglio la sentenza della Corte Europea che metterà la parola fine al contenzioso nazionale che coinvolgerà oltre100 mila precari, di cui 10 mila solo in Puglia. Oltre a chi lo ha già...

Continue reading