Facebook

Search

News

Algoritmo “impazzito”: docente pugliese ottiene trasferimento da Foggia a Legge grazie alla sent del Tribunale di Foggia del 14.11.19!

L’algoritmo della mobilità 2016/2017 è stato il responsabile del caos nei trasferimenti dei docenti. E' stato definito "confuso, lacunoso, ampolloso, ridondante, elaborato in due linguaggi di programmazione differenti, di cui uno risalente alla preistoria dell’informatica, costruito su dati di input gestiti in maniera sbagliata." Nel corso degli ultimi 3 anni anche i Tribunali se ne sono accorti, e stanno confermando anche nel merito i provvedimenti cautelari già adottati. E' di pochi giorni fa la sentenza del Tribunale di Foggia n. 4711/19 con cui il Miur è stato condannato ad assegnare una docente di Lecce in via definitiva all'ambito Puglia 017 (Lecce) anzichè...

Continue reading

Abuso del contratto a termine – Confermato il risarcimento a carico dell’ASL

Confermato il risarcimento danni  - pari a 6 mensilità lorde - disposto del Tribunale di Trani al ricorrente, dirigente medico, per abuso del contratto a termine oltre i 36 mesi. La CdA di Bari con pronuncia del 7.3.19 ha correttamente osservato che l'apposizione dei termini a contratti  e  proroghe senza l'espressa indicazione delle esigenze temporanee ed eccezionali è illegittima. Come è stato precisato da Cass. 27-4-2010 n. 10033, l'apposizione di un termine al contratto di lavoro è consentita dall'art. 1 del d.lgs. n. 368/2001 a fronte di ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo, che devono risultare specificate, a pena di inefficacia,...

Continue reading

I PRECARI DELLA SCUOLA AD UN PASSO DALLA STABILIZZAZIONE

RICORSI PRECARI SCUOLA: DALLA CORTE EUROPEA IMPORTANTI SEGNALI. PARTE DA BARI LA SFIDA FINALE DELL’ UGL IN FAVORE DEI PRECARI. Corsa contro il tempo dei lavoratori della scuola con 36 mesi di servizio a tempo determinato: prevista per Luglio la sentenza della Corte Europea che metterà la parola fine al contenzioso nazionale che coinvolgerà oltre 100 mila precari. Oltre a chi lo ha già fatto nei mesi scorsi, solo chi deposita il ricorso in tempi brevi può essere inserito nella lista dei lavoratori che, in caso di vittoria, andranno stabilizzati. Numeri da capogiro quelli con cui il Governo Italiano sta per fare i conti. Dopo le...

Continue reading