Facebook

Search

Ricorsi

Studio Legale Berloco > Ricorsi (Page 2)

Algoritmo – Mobilità 2017/18 – Errore nell’assegnazione – Trib. Trani, ordinanza del 5.9.17

Ennesima vittoria che conferma le lacune del cd. algoritmo! La ricorrente, residente nella provincia Bat (Puglia),  aveva partecipato alla procedura di mobilità dettata dalla Legge cd. Buona scuola e  assegnata illegittimamente d'ufficio in provincia di Parma. Per l'anno scolastico 2016/17 aveva ottenuto assegnazione provvisoria nella propria provincia di residenza ma, in vista della mobilità 2017/18, certa di subire ulteriori pregiudizi, ha agito in via cautelare per far dichiarare illegittima l'assegnazione attribuitale dal sistema dell'algoritmo. Il Trib. di Trani, con un orientamento ormai consolidato, conferma le motivazioni dell'insegnante, obbligando il Miur ad adottare tutti i provvedimenti idonei per la tutela del diritto...

Continue reading

Abuso del contratto a termine nel Comparto Sanità – Pubblicata la prima sentenza post Corte di Cassazione a Sezioni Unite

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2017/07/sent.-Medici-vs-Asl-Fg-29.6.17.pdf"] In data 29.6.17 il Tribunale di Foggia si è pronunciata riconoscendo l'uso illegittimo del contratto a termine da parte dell'Asl Fg nei contronti di una dottoressa farmacista, riconoscendole un risarcimento pari a 10 mensilità lorde dell'ultimo stipendio percepito. E' una delle prime sentenze di merito favorevoli, o forse proprio la prima, con cui un medico dipendende dell'Asl Fg viene risarcito senza dover allegare e provare il danno: è stato sufficiente documentare  la illegittima reiterazione oltre i 36 mesi di lavoro presso la stessa struttura e per lo svolgimento delle stesse funzioni! Il giudice del lavoro adito ha, tra l'altro, correttamente applicato i...

Continue reading

Vincolo sul sostegno – pubblicata la prima ordinanza cautelare in vista della mobilità 2017/18

A distanza di meno di due mesi dalla campagna di ricorsi promossa dallo studio legale scrivente volta a far accertare e dichiarare che gli anni di servizio pre–ruolo resi su posto di sostegno sono validi ai fini del superamento del vincolo di permanenza quinquennale su posto di sostegno,  in data odierna è stata pubblicata la prima ordinanza cautelare. Il Trib. di Taranto ha, infatti, dichiarato con ordinanza n. 18720/17  il diritto dei ricorrenti a partecipare alla procedura di mobilità 2017/18 per il trasferimento sul posto comune. Si accettano nuove adesioni, entro e non oltre il 29 giugno 2017, di coloro che abbiano presentato domanda di mobilità...

Continue reading

Valutazione servizio prestato nelle scuole paritarie – RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO AVVERSO LA TABELLA VALUTAZIONE TITOLI MOBILITÀ

Il personale docente di ruolo che nella domanda di mobilità per l’ a.s. 2017/18 ha inserito anche il punteggio maturato per il servizio prestato nelle scuola paritarie, può adire - anche in via cautelare - il giudice del lavoro affinchè venga riconosciuto, ai fini della mobilità, tale punteggio. In tal caso l’Amministrazione Scolastica sarà condannata ad adottare tutti i provvedimenti necessari e utili diretti al riconoscimento del diritto del ricorrente alla valutazione, nella graduatoria per la mobilità a.s. 2017/18 e seguenti, dei servizi d’insegnamento svolti in istituto scolastico paritario nella stessa misura in cui è valutato il servizio statale. In altre parole,...

Continue reading

Docenti – passaggio di grado – illegittima decurtazione anzianità maturata – Il Trib di Bari condanna il Miur

[gview file="http://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2015/06/Dispositivi-Trib-Bari.pdf"] Riconoscimento del servizio prestato nel ruolo di provenienza attraverso il metodo della “ricostruzione di carriera” anziché quello meno favorevole della “temporizzazione”. Nel caso in cui un docente passi dalla scuola materna o elementare alla scuola secondaria, di primo o secondo grado, la gran parte delle volte subisce l’illegittima decurtazione di parte della propria anzianità fino ad allora maturata, poiché l’amministrazione ritiene di non dover riconoscere tutti gli anni maturati nel grado di provenienza. In particolare, la valutazione ed il riconoscimento del servizio di ruolo e non di ruolo ai fini della ricostruzione della carriera dovrebbero seguire le seguenti modalità: - al momento...

Continue reading