Facebook

Search

Archive

VINCOLO SUL SOSTEGNO: il servizio pre-ruolo è utile per far maturare il quinquennio

Anche per la prossima mobilità, i docenti di sostegno saranno sottoposti al vincolo di servizio quinquennale, per poter chiedere il passaggio su un posto curriculare. Tuttavia il servizio utile per maturare tale requisito di servizio – contrariamente a quanto sostenuto dal MIUR – è anche quello pre-ruolo. Pertanto, tutti coloro che hanno insegnato su posto di sostegno per almeno cinque anni, considerati complessivamente tra ruolo o pre-ruolo, potranno chiedere il passaggio su posto comune. È infatti indubbio ormai che, come deciso da tanti Tribunali la scorsa primavera (vedi Tribunale di Taranto – Ordinanza n. 16154 del 26 maggio 2016), la mancata parificazione fra...

Continue reading

ASSEGNAZIONE AMBITI – ERRORI NELL’ALGORITMO – I PRIMI DECRETI DEL MIUR IN ESECUZIONE ALLE ORDINANZE DEI GIUDICI

[gview file="https://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/11/decreto-assegnazione.pdf"] [gview file="https://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/11/ordinanza-19068.pdf"] [gview file="https://www.studiolegaleberloco.it/web/wp-content/uploads/2016/11/Nota-usp-Forlì.pdf"] E’ datato 3.11.16 il primo, in ordine cronologico, dei decreti emessi dall’USP di Brindisi in esecuzione alle ordinanze dei giudici del lavoro. Nel caso di specie, a soli 2 mesi di distanza dal deposito del ricorso cautelare d’urgenza (depositato in cancelleria in data 1.9.16), è stata data parziale esecuzione all’ordinanza del Trib. di Brindisi – sez. lav n. 19068 del 12/10/16 che così dispone: “ In accoglimento del ricorso, sospende l’efficacia del provvedimento di assegnazione della ricorrente presso l’ambito territoriale Emilia Romagna 0022 e per l’effetto ordina all’amministrazione resistente di rivalutare l’assegnazione della sede del lavoro della ricorrente...

Continue reading

RICORSI STABILIZZAZIONE PRECARI – Lo scenario dopo la Corte di Giustizia Europea

Tutela dei lavoratori precari della scuola: la Corte di Giustizia riapre il fronte di una battaglia infinita. Spetta al giudice nazionale valutare in che misura le disposizioni di diritto nazionale volte a sanzionare il ricorso abusivo, da parte della pubblica amministrazione, a una successione di contratti o rapporti di lavoro a tempo determinato siano conformi ai principi comunitari di cui alla clausola 5 dell’accordo quadro allegato alla direttiva 1999/70/CEE. Sciogliendo la riserva sulle questioni pregiudiziali sollevate in materia scolastica (e non solo!), con la nota sentenza “Mascolo” del 26 novembre 2014 la Corte Europea ha correttamente disposto che la totale assenza di...

Continue reading